JAm It! (Journal of American Studies in Italy)

Il journal è accessibile gratuitamente attraverso la piattaforma OJS dell’Università di Torino. Seguiteci sui canali social, Twitter e Facebook, per restare aggiornat* sulle nostre CFP tematiche.

Mission:
Il journal vuole essere una manifestazione tangibile degli scambi intellettuali che avvengono all’interno del Forum e dei suoi eventi, nonché uno strumento per raggiungere e coinvolgere giovani studios* che, a oggi non fanno parte del Forum né dell’AISNA. JAm It! si pone come piattaforma inclusiva e trasversale, con l’ambizione di divenire punto di incontro e vetrina per un ampio spettro di approcci critici e disciplinari agli American Studies in Italia e all’estero.

Vision:
JAM IT! si rivolge innanzitutto a studios* emergenti, prediligendo contributi che si distinguono per originalità e novità. Ciascun numero del journal sarà dedicato a un particolare campo d’indagine nell’ambito degli American Studies, con la volontà di fornire una prospettiva il più possibile completa dello status quaestionis, e contemporaneamente mostrare gli interessi e le correnti critiche e teoriche presenti all’interno della comunità dei giovani americanist*.

Structure:
La struttura di JAM IT! rispecchia la sua impostazione eclettica e le nostre intenzioni di renderlo un hub di scambi intellettuali. La lingua principale del journal sarà l’inglese, ma verranno presi in considerazione anche contributi in italiano. Tutti i contributi verranno revisionati con un meccanismo di double blind peer review.  Ciascuna uscita conterrà una sezione monografica introdotta da un* studios* espert* nel particolare campo d’indagine scelto. Per quel che riguarda la dimensione dei testi, l’introduzione potrà oscillare tra le 2500 e le 5000 battute, mentre i contributi andranno da un minimo di 15000 a un massimo di 40000 battute.


Oltre alla sezione monografica, per la quale sono ciclicamente diffusi dei Call For Papers, JAM IT! contiene:
• Una sezione di saggi a tema libero, più ridotta della precedente, con contributi sempre da un minimo di 15000 a un massimo di 40000 battute. Il journal sarà sempre aperto ai contributi destinati a questa sezione (nessuna preselezione tramite CFP)
• Una thematic overview a cura della redazione, collegata al tema della sezione monografica, che fornirà una panoramica sintetica sulla letteratura critica afferente al tema suddetto e una relativa bibliografia essenziale (8000 battute circa).
• Recensioni (3500 battute massimo ciascuna) e interviste.
• Una sezione di creative writing (short stories, poesie, frammenti di romanzi e poetic prose.

Editors:

Claudio de Majo (Ludwig-Maximilians-Universität), Stefano Morello (CUNY Graduate Center), Robert Moscaliuc (UniTo), Iuri Moscardi (CUNY Graduate Center), Nicola Paladin (Università di Chieti-Pescara), Marco Petrelli (UniBo-UniTo), Angela Zottola (UniTo)